Le persone che soffrono di disabilità sono ad alto rischio di soffocamento

• Le persone che soffrono di malattie neurologiche come il morbo di Parkinson, la malattia di Huntington, la sclerosi multipla, la paralisi cerebrale, la SLA e il morbo di Alzheimer sono tutte suscettibili allo sviluppo della disfagia
• Ci sono circa 127.000 persone nel Regno Unito che soffrono di malattia di Parkinson
• Circa 8000 persone soffrono della malattia di Huntington
• Ci sono circa 100.000 persone affette da sclerosi multipla nel Regno Unito, con il 30-40% di queste persone che sviluppano gravi problemi di disfagia

Il soffocamento nel settore dell’assistenza viene spesso definito il “killer silenzioso” e la peggiore paura di chi si prende cura di loro. Per capire perché dobbiamo comprendere i rischi legati al soffocamento nel settore dell’assistenza e perché la comunità anziana/vulnerabile è a così alto rischio di soffocamento.

Il soffocamento è una delle principali cause di morte accidentale negli adulti di età superiore ai 65 anni, questo è dovuto a molte ragioni e le più comuni sono la disfagia, la mancanza di saliva dovuta agli effetti collaterali dovuti all’assunzione di farmaci e le disabilità fisiche su cui qualcuno può fare affidamento una sedia a rotelle per le attività quotidiane.

In effetti, le persone di età superiore ai 65 anni hanno un rischio sette volte maggiore di soffocare con il cibo rispetto ai bambini di età compresa tra 1 e 4 anni.

A LifeVac Europe abbiamo formato migliaia di assistenti nell’uso di LifeVac per il loro gruppo di assistenza/domiciliare, sia che si tratti di un gruppo di assistenza o di formazione di nuovi colleghi per l’apertura di una nuova casa di cura e in quasi tutte le sessioni di formazione sentiamo sempre lo stesso feedback “Il soffocamento è una delle nostre peggiori paure, soprattutto se la persona è su una sedia a rotelle”. Quando qualcuno è su una sedia a rotelle, il tasso di sopravvivenza per soffocamento diminuisce drasticamente poiché potrebbe non essere in grado di ricevere spinte addominali o persino colpi alla schiena se la vittima si trova su una sedia a rotelle sagomata. Il protocollo di soffocamento è efficace al 70% se eseguito correttamente in una situazione perfetta da un operatore sanitario. Non appena una di queste manovre non può essere amministrata il 70% scende a quasi il 40%. Fino al 75% dei residenti nelle case di cura soffre di disfagia, il che significa che hanno difficoltà a deglutire, mangiare o bere.

In un’emergenza di soffocamento ogni secondo conta, hai circa 3 minuti prima che la vittima perda conoscenza, 6-10 minuti di carenza di ossigeno sono probabili danni al cervello e 10+ minuti di carenza di ossigeno è probabile che la vittima muoia.

Quando qualcuno ha un disturbo neurologico come la sclerosi multipla, la malattia di Huntington, il morbo di Alzheimer o il morbo di Parkinson, ad esempio quando si verifica una tragedia dal soffocamento alla morte, sfortunatamente la morte può essere registrata come “complicanze relative alla malattia neurologica” e non come soffocamento. Ciò rende più difficile tenere traccia di quanto grave sia il soffocamento nel settore dell’assistenza.

I piani di cura/dieta sono messi in atto da SALT per le persone che sono ad alto rischio di soffocamento, ma purtroppo in rare occasioni (ad esempio quando qualcuno si trasferisce in una nuova casa) questi mancano e questa non è una garanzia che un residente non lo farà soffocare. Ma questi sono essenziali per aiutare un residente che è a rischio di soffocamento a godersi il cibo il più possibile ma allo stesso tempo a stare al sicuro.

Bambini e soffocamento

Un mito o un’idea sbagliata comune con il primo soccorso e il soffocamento è che, quando le persone vengono addestrate su come affrontare un’emergenza di soffocamento, se ne vanno pensando che funzionerà sempre e che è tutto ciò di cui avranno bisogno. Quando ti viene consegnata una lezione di primo soccorso, i formatori non spiegano quanto sia effettivamente efficace il protocollo BLS di soffocamento, il che porta le persone a pensare che sia efficace al 100%, quando purtroppo non è affatto così.

Gli alimenti classificati come rischio di soffocamento sono cose come uva, marshmallow, caramelle sode, caramelle gommose come Haribo e hot dog. Si consiglia sempre di tagliare il cibo per i bambini, ad esempio non si darebbe un acino intero a un bambino in quanto sono di dimensioni “perfette” per ostruire le vie respiratorie, si consiglia di tagliare l’uva almeno a metà. I neonati, i bambini e i giovani con neurodisabilità e quelli nati prematuramente hanno maggiori probabilità di essere a rischio di disfagia, ma le difficoltà di alimentazione si verificano anche nei bambini a sviluppo tipico.

Giocattoli

Piccoli giocattoli come palline rimbalzanti, cappucci per penne, biglie e giocattoli che hanno piccole parti è meglio tenerli lontani dai bambini mentre imparano la consistenza e il gusto nel loro processo di sviluppo mettendo gli oggetti in bocca. La maggior parte dei giocattoli viene fornita con una raccomandazione sull’età sulla confezione esterna, questo per prevenire il rischio di soffocamento.

Secondo i dati dello Stato

• Almeno un bambino muore per soffocamento con il cibo ogni cinque giorni negli Stati Uniti e ogni anno più di 12.000 bambini vengono portati al pronto soccorso di un ospedale per lesioni da soffocamento.
• La dimensione della trachea (trachea) o del tubo di respirazione di un bambino piccolo è approssimativamente la dimensione di una cannuccia di diametro. Immagina un pezzo di popcorn alloggiato in questa piccola area!

 

La pressione negativa generata dalla forza di aspirazione crea oltre 329 mm Hg che è 3 volte maggiore della tosse più alta registrata. La durata dell’aspirazione è minima, quindi LifeVac è sicuro ed efficace. LifeVac ha una valvola unidirezionale brevettata che significa che quando viene applicata nessuna aria può essere forzata attraverso la maschera.

 

Testimonianze

Guarda cosa hanno da dire i nostri clienti su LifeVac.

Per saperne di più

FAQ

Visita la nostra pagina delle FAQ per le risposte alle nostre domande più frequenti.

Per saperne di più

Acquista ora

Visita il nostro negozio online per acquistare subito il tuo LifeVac.

Per saperne di più